Lorenzo Baglioni in uscita oggi il suo Album post Sanremo “Bella, Prof!”

Esce oggi Venerdì 16 Febbraio 2018 il primo album discografico del ragazzo che tanto ha fatto vociferare il pubblico sanremese.

Il titolo del Album di debutto del giovane Lorenzo Baglioni è  “Bella, Prof!” ed è pubblicato con notissima etichetta discografica Sony Music. Toscano dall’indole indisciplinata, il cantante nella vita reale è laureato in matematica materia che per due anni ha insegnato.

L’album, che contiene l’esordio sanremese Il Congiuntivo, comprende ben dodici tracce ognuna delle quali è dedicata ad una materia scolastica tutte ideate nel tentativo di creare un gioco di ironia intorno alla questione scuola e didattica.

L’intento di Baglioni, che nulla ha a che fare con il direttore del Festival Claudio Baglioni, è quello di lanciare una provocazione alla metodologia classica di studio utilizzata nelle scuole proponendo così, un metodo alternativo che implichi l’utilizzo della musica e delle comicità  anche per spiegare gli argomenti più complessi.

Esplosione di musicalità ed umorismo per il giovane cantautore classe 1986, che non si sofferma solo al piano sonoro, ma che implementerà la distribuzione del suo disco anche attraverso un programma televisivo che porterà il titolo dell’album stesso. Il programma andrà in onda a Marzo su Sky Uno HD e sarà condotto dalla stesso Lorenzo che, in dodici episodi di cinque minuti, svilupperà il tema delle materie scolastiche trattate nell’album. Ogni puntata rivelerà un videoclip mai visto e tratterà di un brano dell’album al quale l’artista farà seguito con una vera e propria lezione inerente alla materia trattata.

Ed è così che Lorenzo Baglioni vuole spiegarci il suo album “Bella, Prof!” e i brani  da esso contenuti:

Le leggi di Keplero” – L’ispirazione è arrivata dalla passione di Baglioni per l’astronomia. Le leggi di Keplero vengono cantante con il pop dei Supplenti Italiani, una boy-band che racconta i moti dei pianeti per soccorrere tutte quelle ragazze alle prese con problemi di cuore.

El Corazon” – Qui la materia è la biologia. Come sarebbe se a spiegare il muscolo cardiaco fosse un cantante latinoamericano al ritmo di una hit reggaeton intitolata “El Corazon”? Ecco allora El Professor, il Luis Fonsi dell’anatomia umana, l’Enrique Iglesias della fisiologia del cuore.

Il congiuntivo” – È il più grande cliché degli errori di grammatica italiana. Sbagliando un congiuntivo si può rischiare anche di perdere l’amore. Il featuring in questo caso è formato dal gruppo a cappella più in voga del momento ovvero ‘Gli studenti per caso’.

L’apostrofo” – Sempre in tema di italiano: con l’invio dei messaggini di testo ci si rende conto di quanti errori o dimenticanze si facciano nell’uso della lingua italiana, errori che poi si trascinano col tempo. Uno di questi è sicuramente il “qual è”, si scrive con l’apostrofo o senza? uno dei più grandi dubbi amletici dell’uomo moderno 2.0. A risolvere il quesito ci pensa Il Pedante, la versione puntigliosa de Il Pagante che proverà a suon di ritmo dance a spiegare come sta la situazione del bistrattato apostrofo.”

“Il piano inclinato” – Il brano tocca la tematica sociale del problema delle barriere architettoniche per i disabili; tema già affrontato in precedenza con un brano scritto insieme al giornalista e scrittore Jacopo Melio. In questa sorta di “sequel” il dj in sedia a rotelle, Iacopino, non riesce a causa di ostacoli architettonici a raggiungere la consolle e quindi a mettere i suoi dischi. In suo aiuto viene incontro la fisica con il piano, per l’appunto, inclinato…

Logaritmi” – Questo brano è dedicato alla matematica. Baglioni sa per esperienza che le proprietà dei logaritmi sono un argomento difficile per gli studenti quindi fa un po’ di chiarezza con un testo ironico e intelligente. Il featuring qui è affidato alla Dark Prof Gang, rivisitazione della Dark Polo Gang, band romana che ha portato la musica trap in Italia, rivoluzionando la musica rap.

La perifrastica passiva” – Ecco il latino e il suo costrutto sintattico che non esiste più nella lingua italiana. Il tributo musicale è quello della pop dance. Qui prima del lancio del sint del ritornello un vocalist urla alla folla danzante in pista “carthago delenda est”. Il featuring è con uno dei dj più importanti della didattica dance internazionale che il bellissimo Prof. Sinclair.

Il teorema di Ruffini” – È partito tutto da qui, questa è stata la prima traccia lanciata sul web che ha catalizzato l’attenzione. Una regola matematica odiatissima da tutti gli studenti di liceo scientifico, raccontata in una maniera diversa. A spiegarla è un rapper con un attitude molto street e un linguaggio vicino agli studenti.

Il modello atomico” – Ecco la chimica e le ripetizioni che arrivano dai Supplenti Italiani con un mood molto romantico e sensuale. Il modello atomico contiene una sotto-storia fantastica che è la ricerca del Bosone di Higgs, una storia che ha affascinato per anni il mondo della scienza fino alla sua scoperta.

La classificazione dei silicati” – A volte tra gli scienziati la geologia viene trattata come una scienza minore rispetto alla matematica, la fisica e la chimica. Qui la storia è di un ragazzo che ha un padre che insegna matematica, una madre che insegna fisica e decide di ribellarsi alla famiglia scegliendo con grande slancio rivoluzionario di intraprendere la carriera di geologo. La decisione ‘rivoluzionaria’ non poteva che essere sottolineata dal suo genere musicale di riferimento, il punk. Il feuturing qui arriva con la band che ha segnato indelebilmente la storia del punk, ovvero i Proffspring.

Le ossidoriduzioni” – Ecco la difficilissima chimica. Qui è affidato al rap il compito di spiegare le regole che servono a bilanciare queste reazioni di ossido riduzione.

I principi della termodinamica” – Arriva alla fine la ballata d’amore, magistralmente interpretata dai Supplenti italiani con un argomento che è il pilastro della scienza. La filosofia dell’amore e del romanticismo pervade questa storia che parla di due ragazzi che si abbracciano e cercano di capire come sia possibile che i loro corpi si scaldino a vicenda. La ragazza pensa sia dovuto a “un flusso d’amore” che ha letto sull’oroscopo, lui invece tenta di spiegarle i principi della termodinamica.

Recitazione, teatro, musica ed una buona dose di cultura fanno del cantautore italiano un’artista versatile e graffiante in grado di coinvolgere anche il pubblico più difficile.

Un solo esempio lo possiamo riportare grazie ad un post pubblicato su vari social da Claudio Marazzini, presidente dell’Accademia della Crusca. In quest’ultimo lo stesso Marazzini elogiava il brano “Il Congiuntivo” per l’importanza del tema trattato… la lingua italiana.

Insomma un vero boom di successo per Lorenzo Baglioni e per il suo singolo sanremese che ha ricevuto oltre 7 milioni e mezzo di visualizzazioni su You Tube.

Molti brani ancora tutti da scoprire saranno presenti in  “Bella, Prof!”. Stili e generi musicali si incontreranno per raccontare in chiave melodica le materie care al cantautore.  Da “Le leggi di Keplero” che abbraccia uno stile pop delle boy-band americane a “El Corazon”, una melodia sviluppata sulle note di un reggaeton nel quale viene descritto il funzionamento anatomico del cuore. E ancora, ritmi dance per spiegare la grammatica italiana nel brano “L’apostrofo” , passando poi a un ritmo più aggressivo come punk per illustrare la scienza con “La classificazione dei Silicati”, ed infine un magnifico rap per introdurre la fisica ne “Il piano inclinato”.

Ma non è finita qui, perché oltre all’uscita dell’album sono uscite anche le date del Tour che qui di seguito vi elenchiamo:

  • Bologna (14 marzo – Teatro Dehon)
  •  Roma (19 marzo – Teatro Italia)
  •  Firenze (21 marzo – Teatro Obihall)
  • Venezia (22 marzo – Teatro Don Bosco di Chioggia)
  •  Milano (28 marzo – Teatro Nuovo).

Insomma noi non possiamo fare altro che fare un grosso in bocca al lupo a questo promettente giovane cantautore che sicuramente rivoluzionerà il mondo della scuola e della didattica.