Michielin ospite allo speciale di Uno in Musica

Sarà Francesca Michielin la nuova protagonista dello speciale Uno in Musica in onda Domenica 18 Febbraio 2018. La cantante sarà ospite del noto programma per parlare del suo nuovo album dal titolo 2640.

La vincitrice della quinta edizione del famosissimo talent X Factor, ha deciso di raccontare la crescita e la consapevolezza di una maturità ormai raggiunta attraverso tredici pezzi, il rosso, il verde e l’azzurro.


Ed è proprio durante un’intervista che la nostra Michielin ha rivelato quanto di magico e misterioso è contenuto nel suo nuovo album. La stessa cantautrice racconta infatti la vera essenza del suo ultimo lavoro svelando che il disco ha in realtà ben tre anime distinte tra loro.

Queste tre “anime” sono rappresentate da tre triangoli ognuno con un colore ben preciso: rosso, verde e azzurro. Tre triangoli che hanno come scopo unico la comunicazione con il prossimo e che permette di far si ché che quest’ultimo viaggi attraverso le emozioni della cantante.

Il rosso simboleggia l’esplosione, come un vulcano  che erutta e che sta a significare l’importanza della comunicazione. Poi vi è l’azzurro, colore con il quale la cantante vuole descrivere il mare, luogo magico in grado di ascoltare, percepire ed udire quanto di importante abbiamo da apprendere. E infine il verde. Il verde rappresenta la montagna, luogo di origine della nostra Giulia, un posto dal quale si può vedere il mare e, anche se non è possibile vederlo, tanto più possibile è immaginarlo. Il verde rappresenta così per la nostra beniamina il potere dell’immaginazione

“Il triangolo rosso è l’esplosione, il vulcano che colora l’importanza di comunicare. Il triangolo azzurro è il mare che custodisce l’idea di imparare ad ascoltare, percepire e udire. Il verde è la montagna da cui provengo e da quella cime, quando ci arrivi, vedi il mare; se non lo vedi lo immagini e quindi rappresenta il potere dell’immaginazione e del legame con le origini. Sembrano anime contrastanti ma si intrecciano e c’è la voglia di convogliare queste energie che mi rappresentano. Non so cosa voglio ma so cosa non voglio e cosa voglio dire e c’è tutto in questo disco.”

L’artista ha inoltre svelato che durante il Tour saranno presenti sul palco tre persone, le stesse di cui abbiamo già avuto un piccolo assaggio, ma che non è scontato possano aggiungersi altri elementi a seconda dello spazio disponibile.

Tornando a parlare invece del disco, la Michielin ci svela che undici dei ben tredici brani presenti nell’album, sono stati scrissi da lei stessa durante un periodo nel quale scrivere era per lei un processo compulsivo, una vera e propria esplosione che ha dato vita a veri e propri pezzi di vita. Un anno di idee condivise, di amicizie e divertimenti hanno dato luogo a questo gioiellino uscito lo scorso 12 Gennaio.


Nell’album sono presenti anche alcuni pezzi cantati in lingua ghanese, una sorta di ringraziamento da parte della cantante che spiega il significato delle strofe presenti nel brano Tapioca:

“E’ una lode dal basso verso l’alto, dall’asfalto all’infinito e “per ringraziarti suonerò ancora più forte”.”

Ma la lingua africana non è l’unica particolarità dei brani presentati in questo album, molti sono anche i riferimenti al mondo dello sport, come ad esempio le problematiche incontrate dal Vincenza Calcio, squadra del cuore della Michielin, e un brano dedicato interamente al pilota di Formula 1 Alonso.

“Risale al marzo del 2017, era da poco iniziata la stagione della Formula 1. Da casa vedevo, attraverso le immagini televisive, il suo essere sanguigno. E’ uno che va sempre diritto: sono stata una giornata con lui, sembriamo dolci ma ci incazziamo tantissimo. E’ un pezzo struggente ma irrazionale.”

Sono molteplici i temi toccati in questo nuovissimo progetto, nell’album si parla infatti anche di famiglia e del legame che la cantante ha con i due uomini presenti nella sua famiglia ossia il padre ed il fratello.

Con il brano Noleggiami l’artista vuole rivelare il rapporto con i due e raccontare della sua famiglia in senso più stretto. E per finire la Michielin ci parla di un altro brano alla quale è molto legata. Stiamo parlando di Lava un brano profondo e toccante che parla del mondo femminile.

“E’ un brano assai violento, se il disco non ha peli sulla lingua quel brano non sa cosa siano i peli. Si richiama a Tahiti di Bat For Lashes, artista che amo molto, e a un suo brano sulla donna nella comunità dove la donna è vista come massaia. Io voglio buttare lava su questo concetto, basta franceschina carina cucciolina. Le donne non devono più essere serie B.”

E cosa potevamo aspettarci dalla nostra piccola dolce Francesca, vissuta in una casa dove le donne hanno sempre avuto potere, se non una vera e proprio rivoluzione a favore delle donne!